Museo Etnografico Regionale "Collezione Luigi Cocco"


La collezione regionale Luigi Cocco è costituita da circa duemila oggetti relativi alla cultura popolare della Sardegna, risalenti in massima parte alla seconda metà dell’Ottocento e al primo cinquantennio del Novecento. La collezione comprende settecentotrentuno manufatti tessili e milleduecentosessantasei gioielli, nonché un modesto numero di utensili, mobili e lavori di intaglio.
La collezione si deve al Magistrato Luigi Cocco (Villasor 1883 – Cagliari 1959), che la costituì grazie alle sue ricerche nel paese di origine e nell'isola.
Le opere di artigianato tessile provengono dalla Sardegna centro meridionale (Arbus, Busachi, Desulo, Decimoputzu, Gonnosfanadiga, Gonnosnò, Guspini, Laconi, Meana, Monastir, Nuragus, Nuraminis, Pabillonis, Pimentel, Samatzai, Sanluri, Senorbì, Serramanna, Serrenti, Silius, Simala, Soleminis, S. Gavino Monreale, S. Giusta, S. Nicolò Gerrei, S. Sperate, Tertenìa, Tuìli, Vallermosa, Villamassargia, Villanovafranca, Villasor), in alcuni casi dal settentrione dell’Isola, talvolta commissionati dallo stesso magistrato in paesi noti per la raffinatezza delle produzioni, come Ittiri e Ploaghe.
I gioielli, prevalentemente in argento, appartengono alle tipologie più diffuse ed utilizzate insieme all'abbigliamento tradizionale femminile (bottoni, amuleti, rosari) che hanno una funzione ornamentale ma anche fortemente simbolica.
Gli oggetti d'arredo più diffusi sono le cassapanche a ribalta in legno intagliate secondo lo stile "barbaricino".
La collezione è molto raffinata e racconta la vita e la cultura della Sardegna.

Category: 
City: 
Address: 
Cittadella dei Musei, piazza Arsenale, 1
Prices: 
Ingresso libero
Opening times: 
Dal martedì alla domenica, 09.00 - 20.00
Phone: 
+390784242900; 346 9724935

Scarica l'app mobile di SardiniaTime negli store!